Portfolio


Mobility in Lifelong Learning
Lifelong Learning - Grundtvig - Formazione in servizio - Seminari Obiettivo generale del seminario era creare un momento di riflessione e scambio sul tema della mobilità, al fine di ragionare sugli ostacoli alla stessa, sui punti di forza e di debolezza del programma, sulle buone prassi e sulle difficoltà sperimentate da ognuno dei partecipanti nella realizzazione dei progetti, sui ruoli e sui rapporti con le Agenzie Nazionali, su possibili aree di attività contigue ai progetti di mobilità da potere sperimentare in futuro.

Durata del progetto

Dal 9 al 14 marzo 2008

Descrizione Partecipanti

Professionisti esperti di progetti di mobilità internazionale all'interno del programma comunitario Lifelong Learning, ma anche a professionisti con poca o nulla esperienza, che, lavorando nel campo dell'istruzione e della formazione per adulti, erano interessati ad approfondire le caratteristiche del programma e gli strumenti previsti per introdurli nelle proprie attività.

In totale hanno preso parte al seminario 25 professionisti provenienti da Italia, Irlanda, Spagna, Francia, Turchia, Romania, Germania, Norvegia, Lituania, Polonia e Grecia

Programma quadro

Lifelong Learning - Grundtvig - Seminari

Numero di riferimento

IT-2007-353-001

Promotore

Send

Attività

Le attività del seminario rappresentavano anche un'attività preparatoria per i partecipanti al progetto INEXEX, un progetto Leonardo VETPRO, approvato dall'Agenzia Nazionale Leonardo all'Associazione Send nell'annualità 2007. L'ambito settoriale di INEXEX è intrecciato con quello del seminario Grundtvig, prevede infatti la partecipazione di 18 professionisti italiani della mobilità nel LLP ad un programma di scambi di 15 giorni, da svolgersi presso strutture europee che si occupano delle stesse attività (STEP – Sivilla - ES, Mac Baltic – Vilnius - LT, ECE – Cork - IE).

 Al seminario hanno quindi partecipato molti dei partner del progetto INEXEX, sia gli italiani, destinatari delle borse di mobilità, sia gli stranieri che partecipano al progetto come enti di accoglienza.

 Oltre al contesto di riferimento i due progetti hanno infatti in comune anche l'approccio metodologico: quello della comunità di pratica, un metodo di apprendimento continuo che parte dalla condivisione e dal riconoscimento delle proprie conoscenze per arrivare alla costruzione di un sapere collettivo, che nel caso in questione coincide con l'elaborazione di un modello di eccellenza nella gestione dei progetti di mobilità nell'LLP, prendendo appunto ciò che di meglio produce ognuno dei partner, imparando dagli sbagli degli altri ed elaborando insieme proposte di miglioramento da inoltrare alle agenzie nazionali e all'agenzia esecutiva al fine di partecipare attivamente al perfezionamento del programma.

 Entrambe le attività, seminariali e progettuali, infatti prevedono la formazione di un network avente come obiettivo finale il generare conoscenza organizzata e di qualità, accessibile ad ogni partecipante per poi trasferirla ad ogni stakeholder.

 In questo senso, il seminario e il progetto possono essere visti come parte integrante di uno stesso percorso, il cui il seminario Grundtvig rappresta la fase di avvio, le attività di scambio di Inexex la fase intermedia, in cui gettare le basi per attività future da costruire come network.

 

Relazioni

1° Giorno: Ruolo delle istituzioni coinvolte in un progetto di mobilità

2° Giorno: Cittadinanza e mobilità in Europa

3° Giorno: La programmazione delle attività di mobilità

4° Giorno: Le fasi e i contenuti di un progetto di mobilità

5° Giorno: Racconto di storie di mobilità